Sindrome da stanchezza cronica

Sindrome da Stanchezza Cronica o SCF. Come guarire con la medicina integrata

Una sindrome è  un insieme di sintomi così come la CFS o sindrome da stanchezza cronica. Mentre una patologia è caratterizzata da un agente patogeno e uno o più effetti ( i sintomi).Come la tubercolosi è una malattia che colpisce i polmoni e altre parti del corpo ed è causata dal bacillo di Koch ed i sintomi includono febbre, debolezza e tosse con o senza catarro.Una patologia dunque associata con gli effetti tossici causati da un germe. Una sindrome è invece una "malattia" caratterizzata da un insieme di sintomi e non ha una causa definita specifica. Così come anche la sindrome premestruale che è caratterizzata da sbalzi d'umore, ritenzione idrica, mal di testa, stanchezza e dolori al basso addome. La reale causa è sconosciuta sebbene si pensi che sia dovuta a una carenza di progesterone che poi causa la sintomatologia specifica.

I sintomi della CFS

SINTOMI

  • Stanchezza
  • Mal di testa
  • Depressione
  • Palpitazioni
  • Attacchi di panico
  • Dolori muscolari
  • Disturbi del sonno
  • Problemi digestivi
  • Perdita di memoria a breve termine
  • Mancanza di concentrazione
  • Dolore alle ghiandole
  • Dolori articolari

    SISTEMI COINVOLTI

  • Energetico
  • Neurologico
  • Psicologico
  • Circolatorio
  • Psicologico/Respiratorio
  • Muscolo/scheletrico
  • Psicologico
  • Digestivo
  • Psicologico
  • Psicologico
  • Immunitario
  • Muscolo/scheletrico


Nonostante siano state condotte molte ricerche per trovare una causa della CSF, la medicina allopatica ancora non ha trovato cause specifiche e trattamenti adeguati. Poichè inoltre, molti dei sintomi associati con questa malattia sono psicologici, la malattia stessa è stata spesso associata ad una condizione psichiatrica e  di conseguenza trattata con psicofarmaci. Poichè gli antidepressivi spesso usati come rimedio per eccellenza, mascherano i sintomi e migliorano l'umore dei pazienti, la convinzione che la CSF sia una malattia psichiatrica si è anche rinforzata nel tempo. Ma la Sindrome da stanchezza cronica come molte altre malattie  è una condizione determinata da molti diversi fattori  e sintomi (vedi sopra)che possono essere presenti singolarmente o associati.

Le possibili cause della CSF


1.Il virus di Epstein Barr

Questo virus è la radice del 30% circa di tutti i casi di Sindrome da Stanchezza Cronica. Penetra infatti i mitocondri, che sono  parti della cellula, deputate al rifornimento di energia, e li distruggono. Quando ciò avviene, oltre alla stanchezza generale, si ha l'impoverimento di funzionalità di ogni organo del corpo che si "impigrisce", e nelle forme più severe di Sindrome da Stanchezza Cronica si ha la concomitanza di tutti i sintomi sopra descritti.La presenza del virus, nelle ghiandole linfatiche e nelle tonsille porta a sperimentare nei pazienti una sensazione di febbre , sudorazioni e altre problematiche. Chi ne soffre può inoltre sperimentare difficoltà nei movimenti a causa del dolore ai muscoli dove i mitocondri sono presenti in abbondanza, e si sente privo di vitalità ed energia. Il dolore è presente perchè i mitocondri diventano incapaci di bruciare cotrettamente il glucosio, e l'acido lattico si accumula nei muscoli. Questi pazienti sperimentano purtroppo e di conseguenza, anche una difficoltà di concentrazione, e soffrono così tanto che recuperare diventa difficile e richiede molto tempo, e continuano a soffrire per anni sebbene l'attività virale sia trascurabile.Questo tipo di CSF è chiamata encefalomielite mialgica, che è un termine improprio, perchè si riferisce ad una infiammazione del cervello e del tessuto nervoso che causa dolore ai muscoli. E non è questo il caso poichè è il nome che comprende i sintomi ( dolori muscolari) con una condizione ipotetica (imfiammazione).

2.Problemi del collo che portano ad una carenza di afflusso di sangue al tessuto cerebrale

Questa condizione è presente nel 60% dei pazienti affetti da Sindrome da Fatica Cronica.Una carenza di sangue al cervello dovuta a problemi del collo, ha come risultato una carenza di apporto di glucosio e ossigeno al cervello, che darebbe come risultato la Sindrome da Fatica Cronica. Le cellule del cervello sono infatti molto sensibili alla carenza di ossigeno, e possono sopravvivere senza ossigeno solo per quattro minuti, dopodichè muoiono.Nella CSF, le cellule cerebrali sono sofferenti per la carenza di ossigeno, e funzionano in misura ridotta, ma le cellule cerebrali controllano ogni parte del corpo, pertanto se non funzionano correttamente,neanche il corpo può funzionare correttamente. La perdita di memoria e  la difficoltà a concentrarsi tipiche della Sindrome da Stanchezza Cronica, la stanchezza stessa, i dolori, la cefalea, la depressione e gli altri sintomi,  non sono quindi altro che il risultato di questa condizione.Le arterie responsabili di portare sangue  al cervello sono  4 e sono le cosiddette " carotidi"( due interne e due esterne per ciascun lato), e  portano il sangue al volto, alla testa  e  ai due emisferi destro e sinistro del cervello, responsabili delle funzioni conscie e di quelle inconscie. La chiusura di queste arterie, nella forma più severa porta all'ictus che causa paralisi, difficoltà di linguaggio, insensibilità e altri sintomi.Se queste arterie per qualche ragione, non funzionano a dovere, la risultante, escludendo appunto i casi più severi di ictus o attacchi ischemici transitori, sarà tutta una serie di sintomi, come acufeni,stanchezza, difficoltà di equlibrio, attacchi di panico, palpitazioni, disturbi dell'umore, e malfunzonamento della ghiandola pituitaria ( che causa problemi al sistema immunitario e squilibri ormonali), e malessere generale. Il cosiddetto "colpo di frusta", per esempio, produce tutta una serie di questi sintomi, e ci fornisce un 'importante indicazione di come il collo sia fondamentale per il benessere dell'organismo, e i problemi che possono derivare dalla compressione delle vertebre cervicali così come il disallineamento della colonna cervicale sono spesso troppo sottovalutati lasciando i pazienti che ne soffrono in uno stato di impotenza e frustrazione. E' interessante notare che la maggioranza dei sintomi derivati da un colpo di frusta sono presenti anche nella CSF, ed ecco perchè è facilmente presumibile, che problematiche legate al collo possano condurre allo sviluppo della cosidetta Sindrome da Fatica Cronica. Questa condizione può pertanto essere trattata con successo  attraverso specifiche tecniche di massaggio, manipolazioni ed esercizi mirati a ripristinare la corretta funzionalità delle vertebre cervicali e di conseguenza delle arterie che portano ossigeno e sostanze nutritive al cervello.

3.Carenze nutrizionali

Ci sono anche altre cause  coinvolte con la Sindrome da Stanchezza Cronica e una di queste è certamente l'alimentazione. Infatti, nei pazienti affetti da CSF, si sono riscontrate carenze di minerali e vitamine nel sangue.E questa condizione di malnutrizione è presente già molto tempo prima che la condizione si manifesti. Le carenze nutrizionali possono ovviamnete portare l'organismo ad essere maggiormente soggetto all'attacco di virus ed al malfunzionamento del sistema immunitario, e purtroppo una volta che la CSF si è manifestata diventa difficile per l'organismo assorbire minerali e vitamine, per cui tale carenza tende a peggiorare nel tempo.Per questo la CSF deve essere anche trattata con un apporto adeguato di vitamine e minerali e la clinica ha comprovato come la terapia vitaminica e minerale possa aiutare enormemente i pazienti che ne sono affetti.

4.Candida e altre proliferazioni fungine

Quando si ha una proliferazione di Candida nell'intestino,le sue funzioni diventano compromesse.Gonfiore addominale, flautulenza e "Sindrome dell'Intestino Irritabile",causano malassorbimento di vitamine e minerali, con conseguente indebolimento dell'organismo. Inoltre i funghi producono alcol nell'intestino e alcuni di questi alcol come il propanolo o il butanolo, sono più tossici dell'etanolo che si trova nelle bevande alcoliche.

Questi alcol tossici causano molta stanchezza, e i pazienti che hanno problemi di candida soffrono  oltre che di di gonfiore addominale anche di cattiva digestione, crampi e occasionalmente diarrea. Molte persone afette da Sindrome da Stanchezza Cronica lamentano inoltre di sentirsi oltremodo stanche un paio d'ore circa dopo il pasto, oltre a sperimentare una totale mancanza di energia. Queste persone sono molto intolleranti al vino, e anche una piccola quantità di alcol può causargli sonnolenza e maggiore stanchezza.Il consumo di alcol  depriva infatti  le riserve di ossigeno nel sangue  e causa di conseguenza carenza di ossigeno al cervello, andando a peggiorare sintomi quali mal di testa, giramenti di testa e nausea.La Candida intestinale aumenta inoltre la permeabilità intestinale a certe tossine cui il funzionamento normale dell'intestino impedisce di passare nel circolo sanguigno, causando di conseguenza, stanchezza cronica e altri sintomi neurologici e psicologici. 


Benchè ci possano essere anche altre cause di CSF,  sembrano essere tutte meno significative di quelle menzionate. Di maggiore importanza sicuramente lo stress, problemi ormonali correlati alla tiroide a e agli estrogeni, sinusite cronica, anemia, bassa pressione sanguigna, stress geopatico causato dalla vicinanza a cavi di alta tensione e alla errata abitudine di usare troppo i telefonini (e soprattutto di tenerli sul comodino la notte), e insonnia.

Trattamento

Come altre malattie che coinvolgono più fattori insieme, la Sindrome da Stanchezza Cronica è difficile da trattare con un farmaco o una sola terapia. L'approccio deve essere integrato da più forme di terapia che si rinforzano l'un l'altra. E questo è l'approccio della medicina integrata  che si occupa di trattare l'intero organismo. L'obiettivo di ogni trattanento è quello di correggere gli squilibri dell'organismo e di garantire al corpo il recupero dell' energia. Una volta ripristinato il corretto equilibrio, l'organismo si aiuta da solo e ricomincia a funzionare correttamente risvegliando le sue normali funzioni.

Regime terapeutico

Mantenere le terapie e il corretto stile di vita suggerito è di fondamentale importanza per la guarigione. Prima di tutto, il paziente deve partecipare al trattamento attraverso il ripetto del regime dietetico consigliato, dell'esercizio e dei cicli di massaggi atti a ripristinare la funzionalità delle vertebre cervicali. Solo la partecipazione del paziente ci dà la garanzia della guarigione che deve essere seguita sia a casa che in studio.Del resto la CSF è una condizione cronica e come tale va trattata se si vuole guarire e avere efetti non temporanei, ma a lungo termine.


Le diverse terapie

1.Il massaggio e le manipolazioni

Il massaggio che effettuiamo coinvolge il corpo intero e il collo in particolare per le ragioni esposte sopra. Il massaggio viene eseguito con speciali tecniche e uno speciale olio medicato con una combinazione di sostanze naturali e che dovrà essere usato anche a casa. All'inizio della terapia, quando si toccano alcune parti del collo si può sperimentare una certa dolorabilità che tenderà a scomparire nel tempo, dopodichè si passerà ad un altra tipologia di massaggio a seconda della situazione personale, che poi sarà diradato nel tempo, anche se si consiglierà sempre di fare almeno un trattamento al mese e di imparare le tecniche di automassaggio da fare da soli a casa o quando e  se impossibilitati a venire allo studio.

2.Esercizi

Tutti gli esercizi fatti allo studio, hanno la finalità di mobilitare le vertebre del collo e dovranno essere fatti da soli una volta apprese le tecniche, due volte al giorno, con metodicità.

Poichè come visto, la carenza di ossigeno è una delle cause magiori nella Sindrome da Stanchezza Cronica, sarà necessario applicarsi con costanza nell'esercizio e nell'apprendimento delle correte tecniche di respirazione.

Sarà inoltre consigliato e di supporto alle diverse terapie, concedersi il tempo per fare delle lunghe passeggiate all'aria aperta in luoghi privi di traffico e smog, e se possibile  vicino al mare.Camminare è una delle migliori forme di esercizio ed è molto efficace nella CSF. Esercizi e ginnastiche troppo impegnative non sono infatti raccomnadate per coloro che soffrono di questa malattia, perchè il corpo è già abbastanza provato nel ripristinare il corretto metabolismo, per cui è deletrio sovraccaricarlo con sforzi eccessivi, che potrebbero portare a peggiorare la condizione di stanchezza presente.Bisognerà pertanto essere pazienti e attendere che l'organismo ricominci a funzionare correttamente e a ritrovare i suoi normali livelli di energia prima di sottoporlo a compiti troppo stressanti.

3.Alimentazione

L'integrazione nutrizionale oltre al regime dietetico consigliato in studio, prevederà anche la somministrazione di vitamine e minerali, come la Vit.B 12, la Vit.C, il magnesio, il calcio e il selenio, che sono molto utili per aumentare l'energia dell'organismo e portarlo verso la guarigione. A volte sarà necessario provvedere all'infusione di questi supplementi per via intramuscolare o endovenosa, perchè la carente possibilità di assorbimento da parte dell'intestino in chi soffre di CSF rende a volte e soprattutto nella prima fase, difficile l'assorbimento di nutrienti assunti per via orale.Una volta che l'equlibrio e i livelli di enegia corretti saranno ristabiliti si potrà continuare la terapia, attraverso l'uso a casa degli integratori raccomandati da assumere per via orale.

5.Agopuntura

Molti pazienti affetti dalla Sindrome da Fatica Cronica traggono beneficio dall'Agopuntura, che aiuta a ridurre il dolore e migliora al tempo stesso la condizione di sofferenza del tratto cervicale, oltre a indurre il rilassamento muscolare e a migliorare l'afflusso di sangue al cervello.L'Agopuntura, combinata con gli altri trattatamenti e terapie suggerite è di fondamentale importanza per la guarigione del paziente.

6.Massaggio ayurvedico con oli medicati

Il massaggio ayurvedico effettuato con l'apposito olio medicato preparato in studio, è uno dei trattamenti che deve essere eseguito insieme agli altri per ottenere le migliori risposte dlel'organismo nella guarigione della CSF.Inoltre il massaggio ayurvedico se effettuato da operatori esperti, è capace di rilassare il corpo e la mente, e crea lecondizioni per migliorare i naturali processi di autoguarigione dell'organismo.In più le erbe medicate contenute nell'olio usato per il trattamento, migliorano la circolazione sanguigna, e rimuovono il dolore muscolare e articolare.Il massaggio ayurvedico in generale, è anche molto utile per tutti i tipi di convalescenze e per le donne dopo la gravidanza, perchè rimuove efficacemente la stanchezza come avviene nel caso delle Sindrome da Fatica Cronica. 

Prognosi

Il 60 % dei pazienti affetti da CSF migliora molto presto la condizione di fatica ad essa correlata e ie sintomi aggiuntivi. La CSF causata dal virus di Epstein Barr è quella di gran lunga più difficile da trattare e richiederà più pazienza e un trattamento più lungo, soprattutto se insaturata da molto tempo e se il paziente non è più giovanissimo.Le cure consentono comunque di sentirsi meglio, anche se ci saranno nelle fasi del trattamento periodi in cui ci si sentirà benissimo ed è proprio in questi momenti che non si deve mollare, perchè sentirsi meglio potrebbe portare a sospendere ogni terapia e a ricadere nella stanchezza profonda e in tutti gli altri sintomi che accompagnano la CSF.In ogni caso durante i trattamenti sarà importante imparare a conoscersi, e consigliamo se del caso anche di essere supportati attraverso l'aiuto di un life coach, per imparare a dosare le proprie energie. Bisogna imparare ad ascoltare infatti le richieste del corpo e ad assecondarlo quando si sente stanco senza imporsi di strafare appena ci si sente meglo, per rispettarne i delicati equilibri.Le ricadute continue in chi non si da il tempo e la costanza di avere superato completamente la malattia portano lentamente e inesorabilmente alla depressione, perchè con la mente si vorrebebro fare tante cose che per il corpo è invece impossibile o molto difficile sostenere. E questo va accettato, perchè se si supera questo scoglio emotivo si arriverà prima ad una possibile guarigione completa. Bisogna riadattre il proprio stile di vita e considerare che ogni persona reagirà in modo diverso ed è per questo che i trattamenti menzionati potranno differire da persona a persona così come l'alimentazione consigliata. Sarà infatti diverso trattare una persona giovane, e in "relativa" buona salute, piuttosto che una persona anziana, che combatte da anni con la malattia , o una donna che soffre di osteoporosi.Inoltre l'età del paziente, lo stile di vita, e le altre possibili patologie concomitanti devono essere considerate per mettere in atto la terapia più efficace per ogni individuo.La Sindrome da Fatica Cronica, deve essere in ogni caso, presa molto seriamente perchè è altamente debilitante, e compromette la qualità di vita di coloro che ne soffrono.

Se anche tu  soffri di Sindrome da Fatica Cronica puoi fissare un primo appuntamento  per una valutazione gratuita del tuo caso specifico telefonando dalle 9.00 alle 18.00 allo 06.45473152 dal lunedì al venerdì. Per condizioni " di urgenza" o in altri orari potrete  chiamare il 3755146938.