· 

Abbiamo davvero bisogno di vitamine e integratori?

Abbiamo veramente bisogno di vitamine e integratori?

Fanno bene gli integratori?

Le persone spesso mi chiedono cosa penso dell'assunzione di integratori,  e se devo essere onesta credo  che gli integratori non siano il modo migliore per assicurarsi vitamine e minerali. Ovviamente li consiglio perchè molto spesso ce n'è bisogno ma prima ancora, cerco di assicurarmi di aiutare i miei pazienti ad alimentarsi in modo da potere ottenere dal cibo tutto quello di cui hanno bisogno.Infatti, il problema della carenza di vitamine e minerali che porta poi ad avere disturbi e a non sperimentare livelli ottimali di energia, è causato da un'alimentazione non adeguata. La nostra società moderna e i ritmi di vita che ci portano a correre sempre, ci hanno purtroppo portato a consumare alimenti raffinati che troviamo al primo bar sotto l'ufficio, o ad acquistare alimenti già pronti, sbiancati e trasformati, oltre che pieni di additivi e sostanze nocive, e il risultato è che la nostra dieta è più carente di sostanze nutritive, vitamine e minerali rispetto alla diete alimentari del passato. Il riconoscimento di questa carenza ha portato L'industria alimentare a creare alimenti con vitamine aggiunte, ma questa non è la soluzione del problema, perchè non è la stessa cosa mangiare un alimento sano, fresco e ricco di vitamine naturali e mangiare un alimento industriale con vitamine aggiunte che spesso peraltro neanche vengono assorbite dall'organismo che è intossicato anche dalla presenza di Intolleranze Alimentari. Dovremmo dedicare un po' più di tempo alla cucina, imparare i principi basilari di un'alimentazione sana, e organizzarsi per non farsi mancare il giusto apporto di sostanze nutritive.Premesso ciò vediamo tra gli integratori, quelli maggiormente diffusi e a cosa servono.

N.B. Per quanto riguarda i dosaggi, non posso dare a priori un'indicazione valida per tutti perchè il dosaggio deve essere specifico per ogni paziente, e sarebbe opportuno che non si facesse un uso improprio di vitamine e integratori solo perchè si è letto un articolo o ne abbiamo sentito parlare, ma ci si dovrebbe sempre rivolgere al proprio medico di fiducia per avere un consiglio sulla necessità di assumere un integratore e sul dosaggio. Inoltre, gli integratori possono anche nuocere in determinate condizioni di salute e possono inoltre anche interagire con dei farmaci che stiamo assumendo. Evitate pertanto il fai-da te!

I multivitaminici

Di sicuro gli integratori più venduti sono i multivitaminici, e sono anche sopravvalutati.Per quanto possa essere una buona idea di base assumere un pool di sostanze diverse , in realtà nella maggior parte dei casi questi tipi di integratori finiscono per essere abbastanza inutili perchè non contengono dei dosaggi sufficienti di ogni vitamina o minerale per avere un effetto significativo sulla salute. Inoltre, l'assunzione di un multivitaminico potrebbe fornirti dosaggi più che sufficienti di vitamine di cui magari non sei carente, e non fornirti i dosaggi giusti di quelle di cui invece hai bisogno.In generale non consiglio mai di acquistare un multivitaminico,a meno che la dieta di un paziente non sia davvero molto limitata, o le sue risorse economiche non gli consentano di acquistare più di un integratore. 

Le più comuni carenze di vitamine

Vediamo le carenze di vitamine che si riscontrano maggiormente:

1.Vit D

La vitamina D è un integratore molto popolare, perchè in effetti molte persone sono carenti di Vitamina D,  e questa vitamina è molto importante per la nostra salute. La vitamina D è diversa dalle altre vitamine essenziali perché il nostro stesso corpo la produce attraverso l'esposizione alla luce solare, ma dal momento che il sole è un po limitato durante alcuni mesi , particolarmente in alcuni paesi e  soprattutto d'inverno , la vitamina D può risultare carente.

La funzione principale della vitamina D è  quella di regolare l'assorbimento di calcio e fosforo nelle  ossa . Svolge inoltre  anche un ruolo importante per il sistema immunitario. Se tu o qualcuno che conosci ha raffreddori  e influenze frequenti, potrebbe avere dei bassi livelli di questa importante vitamina. Inoltre da studi recenti è stato dimostrato che la vitamina D ha anche un ruolo molto importante nel mantenimento del peso, e in più riduce il rischio di sviluppare infarti e alcuni tipi di cancro.E' anche utile per mantenere il naturale declino cognitivo che avviene con l'invecchiamento, per cui soprattutto dopo la menopausa nelle donne sarebbe utile testarne i livelli, e nel caso, assumere un integratore specifico.

Calcio

La carenza di calcio tende ad essere comune nelle persone anziane e in quelle che non consumano cibi ricchi di questo prezioso minerale. Il calcio è fondamentale per la salute delle ossa, e non si trova solamente nel latte o nei formaggi ( che anzi in molti casi ne limitano perfino l'assorbimento), ma in alimenti vegetali quali spinaci, cavoli, mandorle, salmone e sardine. Se consumi pochi di questi alimenti, potrebbe essere il caso di prendere un integratore di calcio. 

Magnesio

Il magnesio ha un ruolo molto importante per il corretto funzionamento di molti dei nostri enzimi, ed è anche un miorilassante. La carenza di magnesio è infatti spesso associata a dolori  e spasmi muscolari, e soprattutto al mal di schiena.Il magnesio risulta spesso carente perchè viene rimosso dai processi di raffinazione e lavorazione degli alimenti che mangiamo, e solo gli alimenti interi e non lavorati lo contengono.Buone fonti di magnesio sono le noci, il tofu, la soia, i fichi e il pane integrale non raffinato o il pane di segale. Se la tua dieta è carente di magnesio, dovresti senz'altro prendere in considerazione l'idea di assumerlo sotto forma di integratore. Aiuta anche chi soffre di stitichezza ed è consigliabile a chi beve troppo caffè o a chi è stressato perchè sia il caffè che lo stress tendono a esaurire le naturali riserve di magnesio dell'organismo. Interessante notare che in studi recenti la carenza di magnesio è stata riscontrata nei malati di fibromialgia, per i quali l'assunzione di questo minerale è particolarmente raccomandata. Il magnesio a volte si trova in sinergia con altri elementi come il calcio e la vitamina D. In questo caso se vi è carenza di tutti e tre e sempre leggendo i dosaggi, potrebbe essere opportuno prendere un unico integratore.

 

Ferro

Una delle carenze minerali più comuni al mondo è la carenza di ferro. Una conseguenza diretta della carenza di ferro è l'anemia sideropenica.Il ferro è essenziale per i globuli rossi e la carenza di ferro è comune soprattutto nelle donne e in chi segue regimi vegetariani o vegani. I sintomi della carenza di ferro sono stanchezza, malumore, sindrome delle gambe senza riposo, debolezza muscolare, perdita di capelli e compromissione della concentrazione. Alcune buone fonti alimentari di ferro, sono carne, il pollo, il pesce, le verdure a foglia verde, i fagioli, i cereali integrali e la melassa nera. L'integrazione di ferro deve essere sempre seguita da un medico poiché il sovradosaggio può essere tossico. Anche in questo caso sarebbe utile fare un prelievo di sangue e nel caso di carenze, farsi prescrivere dal medico l'integratore più adatto.

Zinco

Lo zinco è coinvolto in oltre 200 reazioni enzimatiche del corpo ed è fondamentale per una corretta espressione genetica e per la divisione cellulare. La carenza di zinco non è rara perché lo zinco è difficile da assorbire per molte persone. È fondamentale per la fertilità negli uomini e per la funzione immunitaria in generale. Segni e sintomi di carenza di zinco sono spesso associati alla perdita di gusto e olfatto. Eccellenti fonti di zinco sono le carni, le uova (principalmente il tuorlo),  la crusca dei cereali integrali, la farina di avena, e il riso integrale.Lo zinco si trova anche nei piselli, nelle lenticchie, nei lime, nei semi di zucca, nelle arachidi, nel mais e nelle cipolle. Per un migliore assorbimento, lo zinco andrebbe sempre associato al rame.


Scrivi commento

Commenti: 0