· 

Siamo sempre troppo impegnati?

Vedo tante persone, conduco gruppi e ascolto. E' il mio lavoro, o meglio è la mia passione. Le persone sono la mia passione, la felicità è la mia passione, i sorrisi che riesco a fare sbocciare di nuovo sui volti tristi sono la mia passione! Perchè? Perchè  ho studiato per essere un life coach o per occuparmi di salute? No.Quella è stata la conseguenza della sofferenza che ho personalmente attraversato e allo stesso tempo dell'empatia e la com-passione che ho sempre sentito nonostante le mie personali sofferenze, per la sofferenza degli altri. Fin da bambina ho avuto la passione di volere vedere più gioia intorno a me, e una volta mi ricordo, che mi portarono in una chiesa, e quando i "fedeli" furono invitati a pregare e ognuno chiedeva a quello che chiamiamo Dio di aiutarli a risolvere un loro problema o una situazione difficile, ad avere cose che volevano nella loro vita, a me nacque nel profondo una preghiera che rivolsi a "Dio" e dissi: Dio, ti prego, aiutami a dimenticarmi di me. Questo vuol dire che non mi amo? O che non voglio niente per me? No. Ho scoperto nel tempo che ho molti desideri per me stessa, ma ho anche scoperto che più mi occupo degli altri e più i miei desideri si realizzano.

Non ho fatto dei calcoli per questo, è accaduto nel tempo e oggi è diventata la mia professione, o direi piuttosto la mia missione. Molto spesso quando incontro qualcuno e gli chiedo come sta la risposta è che potrebbe andare meglio, che il momento non è facile, che siamo sempre di corsa, ecc... insomma una serie di sentimenti e emozioni negative di cui inconsapevolmente ci carichiamo fino a diventare molto stressati e perfino ad ammalarci. Perchè la malattia prima che nel corpo si sviluppa nell'anima. E cos'è quest'anima? Qualcosa alla quale dobbiamo credere se seguiamo una religione o siamo credenti? No. L'anima secondo me è quella parte di noi che non vediamo come non vediamo gli atomi e le particelle che ci compongono. E dobbiamo avere un credo? Seguire una religione? Credere in un entità superiore che di solito chiamiamo Dio, ma che possiamo chiamare come volete? Ancora no. L'anima è un'esperienza. E noi per credere abbiamo bisogno di fare esperienza. Altrimenti crediamo per bisogno. E poichè il bisogno è il contrario dell'amore e il "motore primo" dal quale veniamo è Amore allo stato puro, non lo si può incontrare finchè siamo nel bisogno.La nostra vita è però spesso troppo piena e non abbiamo tempo di pensare a queste cose, siamo sempre troppo occupati.Eppure dovrebbe essere la nostra occupazione primaria, mentre ci occupiamo anche di altro, perchè tutti siamo più o meno impegnati. Non si tratta di smettere di essere impegnati, ma di essere più presenti a noi stessi in tutte le nostre attività. Allora potremmo anche scoprire che entrare in uno stato diverso di consapevolezza potrebbe riuscire a farci organizzare meglio le nostre giornate e a portare più ordine nel nostro "caos" giornaliero. Troppo spesso, un cliente arriva da me , quando non ce la fa più, quando la sua vita è a pezzi, quando si sente letteralmente a pezzi, o quando la malattia o qualche altro evento lo ha portato a doversi "fermare". Perchè la vita se corriamo troppo, prima o poi trova il modo di fermarci, per ritrovare chiarezza nei nostri obbiettivi, per ristabilire le giuste priorità, per dare importanza alle cose che meritano importanza e lasciare andare con più facilità molti problemi che ci creiamo e emozioni e sentimenti con i quali ci avveleniamo la vita ogni giorno. 
Mentre in realtà ognuno di noi vorrebbe essere felice! Ma è possibile? La mia risposta è si, finchè siamo su questa terra vuol dire che ancora è possibile e che non è mai troppo tardi per scegliere la gioia al posto del dolore, l'amore al posto dell'odio, la tolleranza al posto della rabbia, e alla fine la pace al posto della guerra. Quella guerra di cui il mondo è pieno, e quella stessa guerra che si combatte ogni giorno dentro di noi.

Se vuoi parlarmi di un tuo problema ti offro un'ora di coaching gratuito al telefono, su messenger, o Skype o Whattsapp.Riempi il formulario e scrivi sul messaggio la tua modalità preferita e l'argomento che vorresti trattare. Sarai ricontattato per fissare il tuo appuntamento.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0