· 

Il potere del perdono

Il potere del perdono

Osservate la fotografia: Il potere del perdono è immenso e la fotografia rende l'ide a perchè ci fa vedere una catena di ferro che si spezza però osservate anche che le due parti recise sono lisce e omogenee, senza monconi, perfette in se ma recise. Ho parlato più volte di felicità nel mio percorso di terapeuta forse qualcuno ricorda qualcosa. Mi sono più volte posta la domanda e oggi rispondo che la felicità è spesso il dolore vestito a festa. E' una delle tante maschere e delle tante illusioni e mi sento di dire che non esiste davvero, come tutte il mondo delle illusioni di cui fa parte.La felicità è seduta sul letto della tristezza, esattamente come il piacere giace con il dolore: stanno sempre insieme abbracciati ma hanno un trucco tra loro:un'incantesimo. Non sono mai visibili nello stesso momento: o vedi uno o vedi l'altro, e quando compare uno scompare l'altro.

Il potere del perdono

Perchè la felicità non esiste? Perchè è fatta di attimi ai quali seguirà il dolore:non vedeteci una cosa negativa, non sto dicendo che siamo nati per soffrire anzi il contrario, ma la felicità sta alla gioia come l'infatuazione sta all'amore e ancora sta al farsi usare come all'utilizzare, sta alla luce come al buio. Esistono entrambi certo ma il buio in realtà è una sorta di illusione perchè il sole non cessa mai di esistere anche se non lo vediamo ma il buio si, perchè deriva solo dalla temporanea assenza di luce.La gioia  si che è vera e per la gioia personalmente conosco solo due strade: una è la via del Perdono e l'altra la Via della Gratitudine, e me le immagino per chi conosce il Monopoli, un po' come Parco della Vittoria e Largo dei Giardini. E' dura arrivarci ma si trova ai quartieri alti e ci puoi costruire delle case.

Il perdono è mistificato, e molte parole non ci arrivano per il loro vero significato, ecco perchè dovremmo sempre controllarne l'etimologia. il perdono è un dono e i doni quando li riceviamo da qualcuno che ci ama sono qualcosa di veramente speciale.

IL PERDONO E' UN DONO

Ed è uno dei più belli, è come un grande Babbo Natale con una cesta piena di doni, e sono tutti per voi, è l'arrivo dei re Maghi, ooops Magi, e profuma di mirra.Vedete , la confusione che più spesso si fa con la parola perdono è la stessa che si fa tra  la Vita, tra la Realtà e una commedia. Il perdono non è che qualcuno ci ferisce e noi in un attimo di presunta bontà pensiamo ( a volte in buona fede) di riavvicinarsi a quella persona salvo poi risbattergli in faccia quello che credevamo di avere perdonato, oppure  se siamo più controllati lo teniamo dentro di noi costruendo risentimento e rancore che ci fanno ammalare.Il perdono è importante manifestarlo con le parole, ma non ha a che fare necessariamente con l'altra persona. ln realtà anche senza volerlo davvero ( e in realtà feriamo qualcuno solo obbedendo alla nostra reattività, altrimenti non lo faremmo)potremmo avere ferito così tanto qualcuno o esserne stati così tanto feriti che non è neanche possibile parlarsi, ma il perdono non ha bisogno di testimoni quando è Reale.Il perdono è un processo che accade dentro di noi e che ha un'impeto e una forza così grande da potere rompere qualsiasi catena.

E sapete chi è la prima persona che dovete perdonare? Voi stessi.Allora comprenderete davvero quello di cui vi sto parlando perchè sentirete in voi quella forza grandissima che non vi trattiene più legati a rimuginare sugli errori commessi, grandi o piccoli che siano e proverete per voi stessi quell'amore e quel rispetto che non vi permetteranno più di farvi del male nè di farlo ad altri.Allora mangiare correttamente e abbracciare uno stile di vita sano sarà solo una conseguenza dell'amore che avete per il corpo che vi è stato dato, e che ogni giorno vi permette di muovervi, abbracciare, parlare, sorridere, creare dolore o gioia, guerra o pace. E dalla Via del Perdono vi ritroverete in Via della Gratitudine, quella gratitudine reale che vi farà apprezzare anche un respiro in più, un'ora in più, e ogni giorno che vivrete, come la possibilità di evoluzione della meraviglia che siete e della gioia che potete contenere e che potete portare nel mondo. Esattamente quello che io voglio fare con voi, per voi e per me. 

Con amore

Patrizia