· 

Se vuoi ricevere devi essere disposto a dare

Nella vita ci lamentiamo spesso di non avere abbastanza. Non abbiamo abbastanza soldi, non abbiamo abbastanza amore, non abbiamo un lavoro che ci piace, non abbiamo la salute e l'energia che vorremmo.In realtà potremmo avere tutto quello che vorremmo perchè non siamo nati per vivere nella privazione ma nell'abbondanza. Allora perchè non abbiamo ciò che vorremmo? Ho scritto in questi giorni che se non stiamo ricevendo quello che vorremmo significa che abbiamo sbagliato a fare la domanda perchè L'Universo ci dà sempre quello che chiediamo. Vero.

Che cosa vuol dire che sbagliamo a fare la domanda? E come fare a fare una domanda che non sia sbagliata?

1. Per fare una domanda giusta devo sapere esattamente quello di cui ho bisogno e quello che DAVVERO voglio, e questo non è scontato, infatti per la mia esperienza di Life Coach di solito si sa di più quello che non si vuole che quello che si vuole. Esattamente come siamo più focalizzati su quello che non abbiamo che su quello che abbiamo.Questo è il primo blocco che dobbiamo rimuovere per fare una domanda efficace: Sapere esattamente quello che vogliamo.

Non quello che crediamo di volere per un capriccio del momento. Un'esempio pratico: voglio che l'ex torni con me perchè lo/la amo o semplicemente perchè mi sento ferito/a dal rifiuto, o perchè sono nel bisogno, o perchè ancora più semplicemente non sopporto l'idea che qualcuno mi lasci?

Voglio quella determinata auto perchè ha delle prestazioni che a me piacciono, o semplicemente perchè sento che possederla aggiungerebbe qualcosa a ciò che sono o credo di essere? Si potrebbero fare ancora molti esempi, ma il risultato sarà sempre lo stesso. Per fare una domanda efficace devo sapere esattamente quello che voglio, e per farlo devo prima conoscere bene me stesso e i miei bisogni e desideri.

Sembra banale ma non lo è per nulla.

2. Esiste un'altro aspetto. Poichè la nostra essenza materiale non è infinita non possiamo ricevere se non diamo. Mi spiego meglio con un esempio pratico. 

Immaginatevi di avere una stanza con uno spazio più o meno grande ma comunque non infinito, e immaginate di potere ricevere tutto quello che chiedete. A un certo punto dovrete dire stop perchè la vostra stanza non potrà contenere all'infinito, a meno che non comincerete a dare via qualcosa.Eccoci al primo punto:

Non potrete ricevere se non imparate a dare. Il secondo punto non di meno importante è che dovete anche imparare ad apprezzare quello che già avete.

Un'altro esempio pratico: Immaginate di vedere due bambini ognuno nella sua stanza: Indipendentemente da quello che possiedono voi decidete di fargli recapitare dei regali. Il bambino che si trova nella stanza A non appena riceve anche una piccola cosa, è felice, urla di gioia e mostra a tutti il regalo che riceve; inoltre invita i propri compagni e amici a condividere i doni che ha ricevuto e gioca con loro.Il bambino della stanza B riceve le stesse cose, ma invece di essere contento, prende le cose e le mette in un angolo pensando che non sia mai abbastanza, e non apprezza quello che riceve, anzi si lamenta e sembra essere scontento, e in più se un altro bambino gli chiede di dargli un giocattolo o qualcosa di quello che ha ricevuto si rifiuta. A questo punto voi che fate? Avete ancora voglia di dare perchè il vostro cuore è grande, ma continuereste a inviare doni al bambino della stanza B? E se inoltre ci fosse un'altro bambino in un'altra stanza, la C che ha le stesse caratteristiche del bambino della stanza A, ma non ha ancora ricevuto nulla, e voi poteste togliere a B senza essere visti per dare a C cosa decidereste di fare? Credo che vi verrebbe spontaneo togliere a B per dare a C!  Il risultato sarebbe a questo punto che il bambino A continuerebbe a ricevere e a condividere, il bambino C seguirebbe la stessa strada del bambino A, mentre il bambino B si troverebbe presto senza nulla, e continuerebbe ad essere scontento esattamente allo stesso modo di quando aveva i vostri doni.Il risultato finale sarà quindi che ad A , che ha già tanti doni e poi anche a C sarà dato ancora di più, mentre a B  sarà tolto tutto. 

E ritorniamo alla frase che abbiamo già citato "A chi ha sarà dato, a chi non ha sarà tolto anche quello che ha".

Per ricevere dovete avere spazio, e per avere spazio dovete apprezzare ed essere disposti a dare e a condividere o finirete per rimanere senza nulla. Di che dovreste lamentarvi poi?

Scrivi commento

Commenti: 0