· 

Vogliamo parlare del grasso?

Sebbene non sia la prima e unica ragione per cui le persone si rivolgono presso il nostro centro,alla maggior parte dei nostri pazienti non dispiacerebbe perdere qualche chilo, e poichè in effetti la nutrizione e il dimagrimento sono i nostri fiori all'occhiello, ci impegniamo ad aiutarli nel raggiungimento dei risultati.Del resto il sovrappeso aumenta le probabilità di contrarre delle patologie, pertanto, oltre al miglioramento estetico alla perdita di peso si associa anche una rinnovata salute. Ma con tutte le diete più o meno famose di cui si parla, come sapere quale scegliere? Quello che ho imparato dalla mia personale esperienza, è che una dieta povera di grassi e ricca di carboidrati non vi farà raggiungere alcun risultato!  Questo tipo di dieta, è diventata popolare a partire dagli anni 60 quando si pensava che i grassi fossero correlati allo sviluppo di malattie coronariche. Ma quale tipo di grassi? Ci sono grassi che oggi conosciamo, quali per esempio gli omega-3 che invece hanno l'effetto opposto, ci aiutano infatti a perdere peso oltre che a prevenire le malattie cardiache. Eliminare o ridurre drasticamente i grassi, inoltre, anche se ben poche persone lo sanno, aumenta la voglia di consumare zuccheri! E si cade nella dipendenza da zuccheri e carboidrati. Una vera e propria dipendenza che è difficile da eliminare e per la quale è spesso necessario ricorrere all'aiuto di uno specialista in nutrizione.

Una dipendenza che porta inoltre a danneggiare la salute. Una delle credenze per cui consideriamo che i grassi non siano da consumare, è perché contengono più calorie rispetto ad altri cibi. E ci hanno sempre detto che il conteggio delle calorie è importante per perdere peso. Le calorie però non sono tutte uguali, e  a seconda della loro fonte vengono processate in maniera differente dal nostro organismo. L'olio di cocco per esempio, per la sua costituzione molecolare, oltre a fare un gran bene ( si è rivelato da recenti studi che avrebbe un effetto positivo anche sui pazienti che soffrono del Morbo di Alzehimer), non viene stoccato  immediatamente come grasso ,ma digerito ed assorbito facilmente dal nostro organismo.

Per fare un po' di chiarezza, quando parlo di grassi che ci fanno bene e che non ci fanno ingrassare, non mi riferisco ai grassi idrogenati o alle grassissime e dannose fritture; i grassi idrogenati devono essere infatti assolutamente evitati, perché non fanno bene alla nostra salute; tutt'altro, possono essere concausa di malattie cardiache, infiammazioni, colesterolo alto, e altre patologie. Sto parlando dei grassi "buoni", che non devono comunque mai essere scaldati al di sopra del loro "punto di fumo". Tra i mie preferiti c'è sicuramente l'olio di pesce, (e raccomando infatti l'assunzione quotidiana di omega-3 sotto forma di integratore), l'avocado, l'olio di cocco,l'olio extra-vergine di oliva, e i frutti oleosi, quali noci, mandorle e semi di zucca, tra gli altri. Questi grassi ci aiutano infatti tra gli altri innumerevoli benefici, ad annientare la voglia di carboidrati e zuccheri, ci lasciano soddisfatti e sono ottimi come snack rompi-digiuno, bilanciano inoltre il sistema ormonale, migliorano il tono dell'umore,sono antinfiammatori, aiutano a migliorare la concentrazione e l'attenzione e ci aiutano anche a perdere peso!

La popolare dieta chetogenica o proteica infatti, che prevede l'assunzione del 60-75% delle calorie giornaliere sotto forma di grassi, si è dimostrata di grande beneficio per numerose condizioni neurologiche, per la riduzione e il controllo del peso, e per altre condizioni infiammatorie. Per quanto possa essere un regime non facile da seguire, e non adatto a tutti, è commence una dimostrazione dei benefici dei grassi cosiddetti salutari. Raccomando tutti comunque prima di seguire una dieta chetogenica o proteica di consultare uno specialista in nutrizione perché il fai-da te non va mai bene quando si parla di salute. Sempre meglio ricevere ogni informazione da un professionista che potrà educarci e darci ogni drtita o suggerimento utile e adatto alla nostra personalità.

Se i grassi benefici non fanno ancora parte della vostra dieta giornaliera, vi consiglio di cominciare ad introdurli e per questo vi suggerisco una ricetta che potrà aiutarvi a cominciare a conoscere meglio queste sostanze benefiche e ad inserirle nelle  vostre quotidiane abitudini alimentari.

Chia Pudding
•1 1/2 tazza di latte di cocco bio
•1 tazza di latte di mandorle non zuccherato 
•2 cucchiai di Polvere di Tè Verde 
•1/4 di tazza di semi di Chia
•1/2 Avocado
•3 cucchiai di sciroppo di acero o stevia

1.Mescolare in una ciotola il latte di cocco e il latte di mandorle con la polvere di tè verde, i semi di chia, l'avocado e lo sciroppo di acero o la stevia. Mescolare fino a che non diventa cremoso. Mettere in frigo per circa 15 minuti  a rassodare.
2.Una volta rassodato, potete mangiarlo e se vi avanza conservarlo in frigo per 3-4 giorni.

Mangia grasso e diventa magro! Cambia il tuo stile di vita ADESSO!

Per maggiori info o per appuntamenti potete telefonare o inviare una mail riempendo il form che trovate sulla Home page o dalla sezione CONTATTI.

Buona salute a tutti!

Patrizia Colbertaldo

Inviaci il tuo commento* La tua mail non sarà pubblicata

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti