· 

Vivere senza ansia è possibile

Vivere senza ansia è possibile

L'ansia è un male dei nostri giorni. Abbiamo troppo per sentirsi felici o abbiamo troppo poco e non ci sentiamo felici. Abbiamo soprattutto una vita che non è allineata con i nostri desideri e corriamo troppo per potersi ritagliare uno spazio per noi stessi, finché un giorno arriva l'ansia generalizzata o in forme diverse ma sempre con la stesa radice. Quando sperimentiamo l'ansia facciamo di tutto per potercene liberare. Cominciamo a mandare giù pillole che la leniscono ma non ne annientano né ne annienteranno mai le radici. E'come tagliare un pezzo di erbaccia che se non viene sradicata dal terreno finirà per ricrescere e ahimè sempre più forte. Con l'età il malessere e il senso di impotenza si possono trasformare in depressione, in un senso di avvilimento e di frustrazione che ci portano a vivere una vita insoddisfatta e votata alla rinuncia. Rinunciamo a vivere e ad assaporare la gioia per la quale saremmo nati.

L'ansia va vista come un opportunità di crescita, non come qualcosa da combattere; va vista come un amica che ci viene a trovare per spingerci a realizzare quello che davvero vogliamo essere, a diventare padroni della nostra vita, che deleghiamo ad amici, consiglieri, medici, genitori. L'ansia ci viene a dire che è arrivato il momento di prendersi le proprie responsabilità; la responsabilità di decidere se vogliamo essere tristi o felici, se vogliamo vivere o semplicemente esistere.

Inviaci il tuo commento.*La tua mail non sarà pubblicata.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0